Programma di sovvenzione

Il programma di sovvenzione infrastruttura di Verisign, avviato durante la commemorazione “25 Years of .com” nel 2010, riflette l'impegno di Verisign nella sponsorizzazione della ricerca volta a sostenere la robusta crescita e lo sviluppo di Internet.


Senza visibilità, duro lavoro e creatività Internet non sarebbe mai evoluto nella risorsa che conosciamo e utilizziamo attualmente. 25 anni fa venne registrato il primo .com della storia: da allora è cambiato il corso della storia e il mondo è a portata di mano. Internet ha cambiato il modo in cui si interagisce, ci si informa, si conducono trattative, si effettuano donazioni, ci si forma, si comunica, ci si connette e si condividono storie con altre persone nel proprio paese, continente e in tutto il mondo.

Il programma di sovvenzione infrastruttura di Verisign, avviato durante la commemorazione “25 Years of .com” nel 2010, riflette l'impegno di Verisign nella sponsorizzazione della ricerca volta a sostenere la robusta crescita e lo sviluppo di Internet. Verisign sta estendendo la portata di questo programma nel 2012 per promuovere una nuova ricerca mirata ad avanzare la sicurezza e la stabilità, a incoraggiare la diffusione di Internet e a migliorare l'infrastruttura Internet nel suo complesso.

Eventi passati Candidatura ai premi Sovvenzioni 2011 Storia
Click to play
close
  • 18 ottobre 2011 – Washington, DC –Internet Infrastructure Grant Symposium (Simposio di sovvenzione infrastruttura Internet): presentazione del lavoro di quattro borsisti davanti a un pubblico di leader aziendali, tecnologi, personale di congresso e funzionari governativi. Chris Anderson, caporedattore della rivista Wired magazine, ha aperto l'evento con un discorso introduttivo, fornendo una panoramica unica sulle forze che contribuiscono a modellare la rapidissima evoluzione di Internet.
  • 6 ottobre 2010 – Bruxelles, Belgio – Future of the Internet Forum (Forum sul futuro di Internet): Verisign ha co-presentato questa edizione finale dell'evento 25 Years of .com con i leader del settore dei nomi di dominio in Europa: DENIC, Nominet e CENTR. Tenutosi a pochi passi dalla sede della Commissione Europea, l'evento si è incentrato sulle sfide delle policy affrontate da Internet da una prospettiva europea.
  • 26 maggio 2010 – San Francisco, CA – Gala .com: una celebrazione di Internet e dei suoi pionieri più importanti, il Gala .com è stato presentato dal vincitore dell'Emmy® award, l'attore comico Dana Carvey e ha visto la partecipazione di un formidabile cast di leader della Silicon Valley e di colossi dell'industria Internet, tra cui il co-fondatore di Sun Microsystems, Scott McNealy. Nel corso del Gala, Verisign ha rivelato i “.com 25”: un elenco dei 25 nomi più importanti (sia aziende che persone fisiche) che hanno contribuito all'ascesa dell'era di Internet.
  • 16 marzo 2010 – Washington, DC – Policy Impact Forum (Forum sull'impatto delle politiche): con il discorso di apertura dell'ex-Presidente degli Stati Uniti d'America, Bill Clinton, e la partecipazione di luminari nel settore delle tecnologie, delle policy e della pop culture, il Policy Impact Forum ha cercato di esaminare l'impatto delle decisioni chiave relative alle policy sull'evoluzione di Internet e di approfondirne le conseguenze future derivanti dal mutato scenario delle policy.

Verisign è lieta di annunciare due premi del valore di 200.000 USD per sostenere la ricerca che presenta le potenzialità per migliorare la disponibilità e la sicurezza dell'accesso a Internet in tutte le parti del mondo. Le proposte dei temi di ricerca sono incentrate su un Internet che sia disponibile e sicuro in tutti i paesi, a sostegno di una varietà di infrastrutture, in considerazione della situazione odierna in cui persone e organizzazioni fanno largamente affidamento su dispositivi mobili di ogni genere per le proprie esigenze di connettività. I fondi della ricerca hanno lo scopo di mantenere due studenti di dottorato o equivalente per un anno, più le spese istituzionali.

Congratulazioni ai nostri vincitori del 2012:

"Downscaling Entity Registries for Poorly-Connected Environments" (Ridimensionamento dei registri delle entità per gli ambienti scarsamente connessi), a opera del Prof. Dr. Philippe Cudré-Mauroux dell'Università di Friburgo, Svizzera e Christophe Guéret della VU University Amsterdam, Paesi Bassi

"Converged, secure mobile communication support through infrastructure-opportunistic, DHT-based network services" (Supporto alle comunicazioni mobili uniforme e sicuro tramite servizi di rete basati su DHT in grado di sfruttare le infrastrutture), a opera del Dr. Z. Morley Mao della University of Michigan, Stati Uniti e Cui Yong dell'Università di Tsinghua, Cina

Sono state accettate le candidature inviate da squadre di ricercatori provenienti da istituzioni accademiche accreditate, laboratori di ricerca del settore, organizzazioni senza scopo di lucro, corporazioni a scopo di lucro e agenzie governative. Sono state incoraggiate le candidature di squadre rappresentanti istituzioni in più paesi. Tutti i contributi di ricerca hanno avuto l'obbligo di entrare nel pubblico dominio a titolo gratuito e per uso illimitato.

Le candidature sono state valutate sulla base dei seguenti criteri:

  • Rilevanza: il candidato o i candidati hanno proposto una ricerca a supporto dell'obiettivo dichiarato dal programma, con particolare attenzione all'accessibilità globale e/o ai miglioramenti infrastrutturali che ne deriveranno per il mondo in via di sviluppo.
  • Innovazione: il candidato o i candidati hanno proposto una ricerca innovativa, originale e significativa. Le candidature sono giudicate sulla base della natura innovativa dell'oggetto e degli obiettivi della ricerca proposta.
  • Fattibilità: il candidato o i candidati hanno dovuto dimostrare che il proprio piano di ricerca proposto sia fattibile e pienamente realizzabile entro l'arco temporale (estate 2012 - autunno 2013) concesso dal programma.
  • Qualità complessiva: ai giudici viene richiesto di dare la propria impressione complessiva delle proposte di sovvenzione, tenendo conto di tutti i suddetti criteri e di qualsiasi altro criterio ritenuto rilevante sulla base della propria conoscenza ed esperienza nel campo.

Le candidature di sovvenzione sono state giudicate da:

  • Rick Boucher, ex Presidente del U.S. House of Representatives Subcommittee on Communications and the Internet (Sottocomitato della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti d'America sulle comunicazioni e Internet) e co-fondatore del Congressional Internet Caucus
  • Dr. Stephen Crocker, Amministratore delegato di Shinkuro e Presidente del Consiglio di amministrazione della Corporazione Internet per Nomi e Numeri Assegnati (ICANN)
  • Dr. James Lewis, Ricercatore senior e Direttore del Technology and Public Policy Program (Programma sulle tecnologie e le policy pubbliche) presso il Center for Strategic and International Studies (Centro per gli studi strategici e internazionali - CSIS)
  • Ndéye Maimouna Diop Diagne, Direttore TIC (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione) presso il Ministero delle Poste, delle Telecomunicazioni e delle TIC del Senegal e attuale Presidente del consiglio di amministrazione di AfriNIC
  • Danny McPherson, Vicepresidente e responsabile della sicurezza, Verisign
  • Alice Munyua, Vicepresidente del Comitato consultivo governativo e coordinatrice del progetto Catalyzing Access to Information and Communications Technologies in Africa (Catalizzazione dell'accesso alle tecnologie d'informazione e comunicazione in Africa - CATIA)

Le sovvenzioni sono destinate a sostenere la ricerca svolta durante l'anno accademico 2012-13. I vincitori del premio presenteranno i loro risultati in occasione di un simposio a Washington, DC nell'autunno 2013.

Date chiave:

17 gennaio 2012:Apertura della procedura di invio delle candidature alle sovvenzioni di ricerca
5 aprile 2012: Termine ultimo per l'invio delle candidature alle sovvenzioni di ricerca
2 luglio 2012: Annuncio dei premi di ricerca
22 maggio 2013: Termine ultimo per la ricerca
Autunno 2013: Presentazione della ricerca al Simposio DC

In occasione del venticinquesimo anniversario di .com, Verisign ha lanciato un programma di sovvenzione infrastruttura Internet nel 2010 per promuovere nuove ricerche, soluzioni di sicurezza avanzate e stabilità e per migliorare l'infrastruttura Internet per i prossimi 25 anni.

Ognuna delle sovvenzioni di ricerca del valore di 75.000 USD è stata concepita per assistere le future promesse che scolpiranno il prossimo quarto di secolo di .com attraverso miglioramenti alla sicurezza, all'infrastruttura, alle applicazioni o all'internazionalizzazione di Internet.

Sono state inviate proposte da istituzioni e gruppi no-profit di tutto il mondo e sono stati commissionati quattro progetti in totale nella primavera del 2011.

Shlomi Dolev, Ben-Gurion University of the Negev, Israele (Internazionalizzazione di Internet)
Anil Madhavapeddy, University of Cambridge, Regno Unito (Sicurezza dei sistemi dei nomi di dominio)
Phillip Brighten Godfrey, University of Illinois at Urbana-Champaign (Applicazioni dell'infrastruttura)
Z. Morley Mao, University of Michigan (Infrastruttura Internet)

Il 15 marzo 1985, Symbolics, Inc., un'azienda costruttrice di computer con sede a Cambridge, MA, registrò symbolics.com, il primo indirizzo .com al mondo. In precedenza, Internet era per lo più un progetto portato avanti dalle università e dagli informatici che utilizzavano la rete per scopi di ricerca e comunicazione. Con l'incremento dell'uso della rete da parte di persone e istituzioni, le comunicazioni elettroniche divennero sempre più impegnative. L'abilità di inoltrare manualmente i messaggi attraverso i gateway era considerata una forma d'arte ed era spesso priva di autorizzazioni ufficiali. Man mano che i carichi di posta divennero più pesanti, talvolta i postmaster si trovarono a dover chiedere alle persone di smettere di utilizzare le proprie connessioni.

Nonostante sappiamo che il primo .com sia stato assegnato a symbolics.com il 15 marzo 1985, la genesi di .com non è altrettanto chiara. Secondo Craig Partridge, capo scienziato presso Raytheon BBN Technologies, il nome dei domini si è evoluto in concomitanza con la creazione del sistema. Inizialmente, .cor fu proposto come dominio per le corporazioni, ma quando uscì la versione definitiva, si passò a .com. Analogamente, .org era originariamente .pub, e .mil era .ddn. Gli altri domini che videro la luce insieme a .com furono .edu, .gov, .net e .arpa.

Oggi, .com è parte integrante di un boom tecnologico che ha trasformato il modo in cui le persone lavorano, vivono, giocano e si connettono con amici e famigliari. "Non ricordo che nessuno di noi abbia mai pensato che stessimo creando una struttura organizzativa che avrebbe inglobato centinaia di migliaia di entità con copertura dell'intero pianeta a supporto di tutte le attività umane," ha spiegato in un'altra e-mail Jack Haverty, un altro pioniere di Internet che era al MIT al tempo. "E sicuramente non avevamo ipotizzato che sarebbe durata per più di 30 anni, nemmeno come sperimento. È successo e basta."