Nomi di dominio internazionalizzati

I nomi di dominio internazionalizzati di Verisign (IDN) consentono a più aziende in tutto il mondo di creare un'esperienza Web localizzata con un nome di dominio nella lingua locale. Aprite un mondo di opportunità con nuovi clienti, nuove registrazioni e servizi Web in espansione.


Nel 1996, circa i due terzi di tutti gli utenti erano situati negli Stati Uniti, pertanto i caratteri ASCII (basati sull'alfabeto latino) servivano correttamente la loro funzione per la maggior parte degli utenti attivi online. In base al report Comscore sullo stato dell'infrastruttura Internet globale e locale pubblicato nel 2012, la popolazione Internet non di madrelingua inglese è salita all'87% e la regione dell'Asia Pacifico rappresenta il 41,1% degli utenti Internet nel mondo.

Verisign è da sempre in prima linea nella fornitura di nomi di dominio più accessibili e pertinenti per il numero sempre crescente di utenti e business multilingue del giorno d'oggi. Nel 2000, Verisign ha introdotto gli IDN al secondo livello (a sinistra del punto) per .com e .net. Nel 2012, Verisign ha fatto domanda per le localizzazioni sia di .com che di .net nel quadro del programma dei nuovi domini di primo livello generici (gTLD) dell'ICANN per fornire un'esperienza IDN completa nella grafia di molti utenti finali (a sinistra e a destra del punto). Questa rappresenta un'opportunità per facilitare la navigazione Internet per miliardi di utenti in tutto il mondo e per dare alle aziende e agli individui la possibilità di trarre vantaggio dall'esperienza di Verisign in qualità di operatore di registro di fiducia dei domini .com e .net.

Agevolare la tutela del marchio e contribuire a fornire un'esperienza onnipresente in tutte le lingue

In considerazione della strategia di implementazione dei nostri nuovi gTLD IDN, Verisign si è prefissata diversi obiettivi. Primo di tutti, ove praticabile, l'obiettivo di evitare costi per consumatori e aziende tramite registrazioni puramente difensive in questi nuovi TLD, nonché l'obiettivo di evitare confusioni tra gli utenti finali.

Un registrante di un IDN.com o IDN.net o un registrante di uno dei nostri nuovi TLD IDN avrà il diritto esclusivo, subordinatamente ai meccanismi di tutela dei diritti applicabili, ma non avrà l'obbligo di registrare lo stesso nome di secondo livello in tutti o in uno qualsiasi dei nostri TLD IDN, compresi i TLD .com o .net, a seconda dei casi.


Ai fini di illustrare il nostro approccio, abbiamo individuato due casi d'uso come di seguito:

Caso d'uso N. 1: Bob Smith dispone già di una registrazione per un nome di dominio di secondo livello IDN.net. Tale nome di dominio di secondo livello non sarà disponibile in alcuno dei nuovi TLD .net eccetto che nei confronti di Bob Smith. Bob Smith ha la facoltà di scegliere di non registrare tale nome di dominio di secondo livello in alcuna delle nuove traslitterazioni dei TLD .net.

Caso d'uso N. 2: John Doe non dispone di una registrazione per un nome di dominio di secondo livello IDN.com. John Doe registra un nome di dominio di secondo livello nella nostra traslitterazione tailandese di .com ma in nessun altro TLD. Tale nome di dominio di secondo livello non sarà disponibile in tutte le altre traslitterazioni dei TLD IDN .com e nel registro .com a meno che John Doe (e soltanto John Doe) non lo registri in un altro TLD IDN .com o nel registro .com.

Volete saperne di più o parlare con un esperto di Verisign?
Ulteriori informazioni

Per i rivenditori, contattare la società di registrazione partner per ulteriori informazioni sui servizi.

Trova una società di registrazione
Centro risorse per rivenditori